• +39 3358117997
  • info@bimpianti.it

Antenne

Adeguamento impianti al digitale terrestre

Nei mesi scorsi a seguito del passaggio al digitale terrestre moltissime persone si sono trovate con problemi di ricezione TV. Nonostante le assicurazioni dei principali broadcaster, i problemi ci sono stati e ci sono ancora per gran parte degli utenti.

Vediamo di analizzare in dettaglio le principali problematiche, analizzando anche i miglioramenti, che spesso molti non percepiscono.

Tabella canali TV digitali Roma

Nella tabella che segue, la lista canali tv dei principali MUX Italiani, valida in aree all digital, in ambito nazionale, ricevuti a Roma aggiornati al 04/02/2020

in corso di aggiornamento per la lista aggiornata cliccare Quì

Nuova lista

Eliminati (temporaneamente??) i mux “sperimentali HD” MDS6 e TIMB4.

Eliminate Canale 5 HD, Italia 1 HD, Rete 4 +1

Eliminata MTV Music HD, LA7 3D, spostata LA7 HD e aggiunta LA 7D HD

Aggiunto canale Acqua e altri piccoli spostamenti di tv locali…

bro-loghi

Quanto costa installare un’antenna TV

“Quanto costa installare un impianto per la ricezione televisiva del digitale terrestre o satellitare?”

Premesso che tutti gli interventi devono assicurare due aspetti fondamentali: la sicurezza e la funzionalità degli impianti, si evidenzia che la sicurezza prevista dalle norme tecniche di settore deve essere assicurata a prescindere, mentre la funzionalità può costituire trattativa tra le parti negli impianti singoli.

Per gli interventi su impianti centralizzati, ai fini della funzionalità, è invece necessario considerare il dettato del DM 11 novembre 2005 “ Regole tecniche relative agli impianti condominiali centralizzati d’antenna riceventi del servizio di radiodiffusione nonchè la normativa CEI 100.7 nella sua ultima edizione.
La legge prevede inoltre che per l’installazione di antenne ed impianti elettronici siano presenti dei requisiti tecnici e l’abilitazione di un responsabile tecnico ai sensi del DM 37/08, art. 1, comma 2, lettera b.

antennefull

Generalmente il costo di installazione di un sistema di ricezione televisiva terrestre, o satellitare può variare in base a molti fattori tra i quali: la qualità dei materiali impegati ed il tipo e la quantità di lavoro da eseguire.
Molto spesso vediamo scritto o sentiamo parlare in TV qualcuno che afferma, senza le dovute competenze, che con cifre bassissime si può installare un’antenna. Questo purtroppo non risponde al vero, anche se a volte amici o conoscenti si dilettano nell’installazione di antenne e lo fanno a titolo di rimborso spese, con risultati spesso molto deludenti, si perche, in alcuni casi installare un’antenna può risultare semplicissimo, mentre in altri può risultare difficilissimo, per questo si usa dire che “ogni antenna fa storia a se”.

RAI – Lettera agli antennisti del Lazio

La Rai Radiotelevisione Italiana ha inviato a tutti gli antennisti una lettera con le spiegazioni sul sistema digitale terrestre e moltissime notizie tecniche importanti ed utili in merito agli adeguamenti necessari per ottimizzare tutti gli impianti ,sia singoli che centralizzati, informazioni utili a tutti gli operatori del settore.

cliccando sul collegamento quì sotto visionerete la lettera in formato PDF il documento è stampabile.

Lettera agli antennisti

Antennista Roma

Osvaldo Bizzarri

telefono 335 8117997

La ricezione televisiva a Roma

La ricezione televisiva avviene nelle due bande  VHF e UHF dedicate alle trasmissioni televisive, a Roma come in tutto il resto dell’ Italia è influenzata da fattori geografici e tecnici, Il profilo orografico della zona è complesso è sempre la città dei sette colli e dei palazzoni che oscurano quelli più bassi;

la superficie della metropoli è estesa, al punto che i trasmettitori risultano: alcuni molto vicini alla città (Monte Mario è ormai praticamente al centro); altri molto più lontani, (Monte Cavo Guadagnolo ecc.)  rendendo a volte difficile equalizzare le due sorgenti di segnale.

Linee guida per l’installazione di antenne

Accingendosi nell’installazione di un’antenna è necessario tenere conto che:

Decoder Televes zapper e PVR

 

Descrizione:
Ricevitore Zapper SCART DVB-T

Zapper di piccole dimensioni collegabile direttamente alla presa Scart.
USB PVR Ready: registra tramite USB con pen drive o hard disk esterno opzionale (FAT32)
Dotato di sensore IR e telecomando.
Porta USB per riprodurre archivi di file Video e audio.
La porta USB è utilizzabile anche per aggiornamenti software.
Funzioni EPG e Sottotitoli.

Specifiche tecniche:
Compatible MPEG2, DVB
Menú facile da usare
Memoria per 1500 programmi
Aggiornamento software rapido e facile con porta USB.
Funzione timer, accende e spegne il ricevitore automaticamente.
Guida Elettronica dei programmi (EPG)
Funzione Zoom
Supporta OSD, Teletext e Sottotitoli (standard TXT)
Supporta Teletext VBI
Uscita multi-video – CVBS, RGB
Conversione automatica PAL/NTSC
Salva l’ultimo programma automaticamente
Dispone di 3 giochi
FUNZIONE CINE: permette di vedere File video nei formati DivX (5.0 o superiori), Xvid, MPEG da una memoria USB o un lettore di SD/MMC.
FUNZIONE MUSICA: permette l’ascolto di File audio nei formati MP3 direttamente da memoria USB, o da un lettore di SD/MMC o lettore MP3.

Digitale terrestre per alberghi hotel e residence

Eccoci finalmente giunti al fatidico 16 Novembre tra pochisimi giorni si passerà al DTT su tutto il Lazio, forse qualcuno si è chiesto cosa succederà negli alberghi o magari negli hotel, be hanno poche alternative o cambiare tutti i televisori oppure adattare l’impianto con nuove tecnologie come i moduli di transmodulazione COFDM PAL con questo sistema si trasformano i canali Digitali Terrestri in normali canali PAL per poi canalizzarli e ritrasmetterli attraverso la rete di antenna esistente.

Eseguiamo lavori di ristrutturazioni distribuzione televisiva per hotel, centrali COFDM/PAL

televes

per maggiori informazioni: Osvaldo Bizzarri tel 3358117997

banner1

IL DIGITALE TERRESTRE NEGLI HOTEL SENZA RISTRUTTURAZIONE

Adeguamento degli impianti per la ricezione della TV digitale Terrestre nelle Strutture Alberghiere con le centrali di testa Auriga

Con l’avvento della nuova tecnologia Digitale Terrestre è necessario distribuire i segnali con modulazione DTT in impianti di medio/grandi dimensioni senza avere la necessità di avere un decoder per la visione di tali programmi (Hotel, Villaggi Turistici, Strutture Pubbliche).

Analogamente è necessario distribuire nelle stesse strutture i segnali della TV via satellite di lingua straniera.

Per questo la nuova centrale A207 è in grado di integrare in un unico mobile tutto l’hardware necessario alla distribuzione di 8 canali (da sat, terrestre o sorgenti A/V) e convertire i segnali Digitali in segnali PAL VHF o UHF rendendoli visibili su tutti i comuni televisori.

Il sistema è modulare e versatile e consente di installare più centrali in cascata fino a ottenere il numero di canali desiderato

Con la centrale modulare Cofdm/Pal Serie A207, nessun decoder nelle stanze e nessun intervento di ristrutturazione per ricevere subito il Digitale Terrestre.
La centrale Serie A207 riceve il segnale digitale terrestre (Cofdm) dall’antenna TV e lo elabora e transcodifica in modo da renderlo adatto all’impianto esistente come se fosse un normale canale analogico (Pal).

tivu-sat.gif

Come funziona Tivù sat

Per chiarire ogni dubbio e spiegare come si ricevono i segnali Tivù sat diffusi via satellite, analizziamo quali apparecchiature sono necessarie per vedere tutto, specificando che la parabola deve essere puntata a 13° est sui satelliti Hot Bird di Eutelsat.

tivu-sat.gif

Bisogna essere in possesso di un decoder SAT (un altro, non quello di SKY) dotato di accesso condizionato NAGRA e interattività MHP. La presenza della piattaforma MHP è indispensabile per fruire i contenuti interattivi come, ad esempio, la Guida elettronica ai programmi EPG.
Chi possiede un decoder SAT dotato di Common Interface potrà utilizzare l’apposita cam NAGRA, disponibile dai primi mesi del 2010. Se il decoder sat non è di tipo MHP sarà impossible accedere ai servizi interattivi.

Per accedere al servizio è necessario possedere una smart card, tale smart card viene distribuita in bundling negli apparecchi approvati da Tivù sat oppure inviata agli utenti in regola con il pagamento del canone di abbonamento alla radiotelevisione, che ne facciano richiesta alla RAI, a fronte di un pagamento di 6 euro a titolo di rimborso spese. Dovrà essere attivata seguendo una semplice procedura descritta nel manuale di istruzioni.

banner1

DTT Chiavetta sky digitale terrestre

Una chiavetta digitale per accedere attraverso la piattaforma satellitare di Sky anche ai canali gratuiti disponibili sul digitale terrestre. E’ l’uovo di colombo trovato dall’azienda di Murdoch per aggirare il problema della moltiplicazione dei decoder, visto il passaggio definitivo dall’analogico al digitale entro il 2012.

A partire da dicembre, per consentire ai propri abbonati di completare il passaggio alla tv digitale accedendo anche ai canali gratuiti disponibili sul digitale terrestre, Sky lancera’ sul mercato la ‘Digital Key’, una piccola penna Usb con funzione di sintonizzatore tv digitale terrestre che, collegata al decoder Sky Hd, o My Sky Hd, consentira’ di accedere a tutti i canali in chiaro disponibili sul digitale terrestre in modo semplice ed economico. La ‘Digital Key integrera’ nella Guida Tv Sky la programmazione dei canali digitali consentendo di fare zapping su tutta l’offerta digitale in chiaro senza cambiare telecomando.

Da qui si evince che ci sarà ancora necessità dell’antenna terrestre, ma non del decoder.

Cosi’, spiegano da Sky, gli abbonati avranno a disposizione un’ampia offerta di canali televisivi digitali, accedendo oltre che al bouquet di canali tematici e in alta definizione di Sky, anche a tutta l’offerta in chiaro presente sia sul digitale terrestre che sul satellite.